SCUOLA DELL’INFANZIA “A. ZILLE E G. SERNAGIOTTO”

Selva del Montello

SINTESI DEL PIANO TRIENNALE DELL’OFFERTA FORMATIVA (P.T.O.F.) 2019-22
A.S. 2019-20

PREMESSA

La scuola nasce nel 1916 come Asilo Infantile-Opera Pia per volontà di Giovanni Sernagiotto che la affida alle cure delle suore Mantellate Serve di Maria di Pistoia. Nel 1946 G. Sernagiotto dona con testamento la proprietà della scuola materna e il terreno circostante all’Opera Pia, avente lo scopo di accogliere e custodire gratuitamente bambini poveri, verso il pagamento di una retta, i bambini non poveri di ambo i sessi della frazione di Selva del Montello, dell’età dai 3 ai 6 anni e di provvedere alla loro educazione fisica ed intellettuale. La scuola diventa Ente Morale nel 1953, legalmente riconosciuto con il D.P.R. 596 del 25/06/1953. Con il decreto 868 del 19/04/1995, del Presidente della Giunta Regionale, la scuola diventa Fondazione; all’ente è riconosciuta la personalità giuridica di diritto privato. Con l’anno scolastico 1999/2000 si è conclusa la lunga e fattiva presenza delle suore all’interno della scuola. Dal giugno 2000 le suore si sono ritirate alla loro Casa Madre e la scuola è integralmente affidata a personale laico.

A partire dell’anno scolastico 2000/2001 la scuola è diventata paritaria, cioè è entrata nel sistema scolastico pubblico nazionale. Dall’1 settembre 2018, cessata la fondazione, la scuola diventa parrocchiale.

La scuola fa parte della FISM (Federazione Italiana Scuole Materne) ed è un servizio educativo che mira a favorire un equilibrato e armonico sviluppo psico–fisico del bambino, collaborando in questo con la famiglia, principale attore del processo educativo.
La Scuola nella progettazione educativo-didattica fa riferimento alle “Indicazioni Nazionali per il curricolo della scuola dell’infanzia e del primo ciclo di istruzione” (2012) e  alle “Indicazioni Nazionali e nuovi scenari” (2018) e in quanto scuola cattolica si qualifica per le sue scelte ispirate alla concezione cristiana della vita e della realtà.
Nel piano triennale dell’offerta formativa la scuola delinea la propria identità, l’organizzazione, l’offerta formativa, i progetti e i servizi.

PRINCIPI FONDAMENTALI

La Scuola si ispira al principio di uguaglianza e di inclusione, si impegna nell’accoglienza dei bambini e le bambine di diverse nazionalità, etnie, di altro credo religioso, rispettando le credenze di ciascuno, pur mantenendosi fedele alla propria identità cattolica, della quale i genitori sono informati.
La scuola si ispira ad una visione cristiana della persona e della realtà.

ORGANIZZAZIONE DELLA SCUOLA

La scuola inizia alle ore 8.30 e termina alle ore 16.00.
Dalle ore 7.30 alle ore 8.30 c’è il  servizio di pre-scuola.
Dalle ore 16.00 alle ore 18.00 c’è il servizio di orario prolungato.
La giornata scolastica è specificata all’interno del regolamento.

ATTIVITA’ ED INIZIATIVE

La scuola dell’infanzia si propone come significativo luogo di apprendimento e socializzazione. Una funzione fondamentale di questa scuola è quella di contribuire al rafforzamento dei processi di costruzione dell’identità, per favorire la promozione dell’autonomia intellettuale e dell’equilibrio affettivo, per sviluppare l’intelligenza creativa ed il pensiero scientifico. La scuola si propone inoltre di favorire nei bambini l’acquisizione di nuove competenze. Le attività stesse vengono scelte con modalità diverse allo scopo di rendere più efficace il progetto educativo, anche in relazione ai diversi ritmi, tempi e stili di apprendimento, alle motivazioni e agli interessi dei:

  • attività di gruppo in sezione eterogenea
  • attività di laboratorio per età
  • attività di intersezione

Inoltre la scuola propone:

  • laboratorio di educazione musicale (con esperto esterno)
  • laboratorio di psicomotricità relazionale (con esperto esterno)
  • laboratorio di potenziamento dell’attenzione
  • laboratorio linguistico
  • laboratorio delle emozioni
  • laboratorio sensoriale
  • laboratorio di inglese
  • laboratorio logico-matematico
  • educazione alimentare
  • coding
  • danza espressiva
  • IRC (insegnamento religione cattolica)
  • attività manipolative
  • attività di preparazione alla scuola primaria per bambini di cinque anni

Altre iniziative:

  • corso di nuoto per bambini di quattro e cinque anni
  • educazione stradale
  • letture animate
  • progetto intercultura
  • progetto di intergenerazionalità (con i nonni della casa di riposo)
  • laboratori con i genitori: “al lavoro con le mamme”, “al lavoro con i papà”
  • organizzazione di feste che coinvolgono scuola e famiglia (Natale, Carnevale, festa di fine anno scolastico)
  • uscite didattiche e visite guidate
  • progetto biblioteca in collaborazione con la biblioteca comunale
  • progetto continuità tra scuola dell’infanzia e scuola primaria
  • partecipazione ad iniziative di carattere religioso all’interno della comunità
  • giornata di “scuola aperta a tutti i genitori” al fine di conoscere la nostra scuola
  • incontri di formazione per genitori

Attività post scuola

  • corso di lingua inglese (con insegnante madrelingua)
  • corso di psicomotricità relazionale

PERSONALE DELLA SCUOLA
Il personale della scuola è costituito da: una coordinatrice, tre insegnanti, un’assistente, un’addetta alla contabilità, un’addetta alle pulizie. La scuola si avvale anche di personale volontario per i servizi di ampliamento dell’orario scolastico, per l’accompagnamento nello scuolabus e per il lavoro di segreteria.
Per la gestione delle attività educative e didattiche della scuola, le insegnanti si avvalgono della eventuale consulenza e collaborazione esterna della psico-pedagogista.
SERVIZI DELLA SCUOLA
Il centro cottura seleziona con cura le materie prime, privilegiando cibi a km.0, biologici, farine ricavate da vari cereali (farro, riso, ecc.) ed è affiancato dalla nutrizionista dott.ssa Francesca Marcon che elabora il menù e segue la scuola nel progetto di educazione alimentare con bambini e genitori.
Il servizio di trasporto scolastico con il pulmino è attualmente affidato alla ditta Autocorriere Caverzan.

SERVIZI AMMINISTRATIVI
La scuola è governata da un Comitato di Gestione composto da:
il Presidente: Parroco pro-tempore della Parrocchia di Selva del Montello
la Vicepresidente: membro del Consiglio Pastorale Parrocchiale della Parrocchia di Selva
due membri nominati dal Presidente
un rappresentante del Consiglio Parrocchiale Affari Economici
un membro nominato dal Sindaco di Volpago del Montello
due rappresentanti dei genitori eletti nell’Assemblea dei genitori.
I Consiglieri durano in carica tre anni e possono essere riconfermati, fatta eccezione per i rappresentanti dei genitori i quali decadono al termine della frequenza del proprio figlio.

La scuola elabora, adotta e rende pubblici i seguenti documenti:

  • statuto;
  • progetto educativo d’istituto; 
  • regolamento.

Per l’informazione vengono seguiti i seguenti criteri:

  • affissione in bacheca;
  • avvisi scritti alle famiglie consegnati agli alunni; 
  • posta; 
  • telefono; 
  • e-mail.

I FATTORI DI QUALITA’ DEL SERVIZIO
Si ritiene che siano indicatori di un buon modo di fare scuola:

  • il lavoro collegiale delle insegnanti;
  • la suddivisione delle competenze fra le insegnanti della scuola; 
  • il rapporto costante tra scuola e famiglia;
  • la disponibilità delle insegnanti ad intendere la valutazione come un’operazione finalizzata al miglioramento dell’intervento didattico;
  • la disponibilità delle insegnanti alla sperimentazione, all’innovazione didattica e all’aggiornamento professionale;
  • la definizione di traguardi comuni e definiti collegialmente.

LA PROGRAMMAZIONE DELL’INTERVENTO FORMATIVO
Le insegnanti elaborano annualmente un progetto che espliciti con chiarezza, precisione e consapevolezza le vari fasi del processo educativo, tenendo conto sia delle reali condizioni sociali, culturali, ambientali in cui si opera, sia delle risorse disponibili.
La programmazione viene esposta ai genitori nella riunione a inizio anno.
CONTINUITÀ TRA SCUOLA E FAMIGLIA
Genitori e personale della scuola costituiscono una comunità educante che opera unitamente ed in stretta collaborazione in una prospettiva di crescita e di educazione permanente. A tal fine i genitori partecipano alla vita scolastica attraverso gli organi collegiali, condividendo responsabilità ed impegni nel rispetto reciproco di competenze e ruoli.
Gli organi di partecipazione sono:

  • assemblee generali dei genitori
  • assemblee di sezione
  • consiglio di intersezione
  • colloqui individuali tra insegnanti e genitori per condividere il percorso scolastico di ogni bambino.

AGGIORNAMENTO E FORMAZIONE
L’aggiornamento professionale dei docenti è un’importante elemento di qualità del servizio scolastico; esso è finanziato a fornire ai docenti strumenti culturali e scientifici per sostenere la sperimentazione e l’innovazione didattiche.

L’intero PTOF può essere scaricato qui, oppure è a disposizione a scuola su richiesta dei genitori e pubblicato sul portale del MIUR “scuola in chiaro”.